Terza maximulta dell’Antitrust europeo a Google: 1,49 miliardi di euro per pratiche abusive nella pubblicità online. Google ha abusato della propria posizione dominante sul mercato dell’intermediazione pubblicitaria nei motori di ricerca, imponendo una serie di clausole restrittive nei contratti con siti web di terzi che hanno impedito ai concorrenti di Google di inserire su tali siti le proprie pubblicità collegate alle ricerche.