L’Italia è libera di non coltivare Ogm come ha fatto fin’ora e come chiedono quasi 8 cittadini su 10 che si oppongono al biotech. Così il presidente Coldiretti Roberto Moncalvo commenta il via libera definitivo del Consiglio Ue alle nuove regole che consentono agli Stati membri di scegliere se limitare o vietare la coltivazione di organismi geneticamente modificati (Ogm) sul proprio territorio nazionale. La normativa Ue dovrebbe entrare in vigore già a marzo, 20 giorni dopo la pubblicazione in Gazzetta Ufficiale, prevista a breve.