L’attuale tariffa sui rifiuti agisce come un’imposta patrimoniale ma pesa di più sulle famiglie con redditi più bassi. Inoltre “il prelievo non discrimina adeguatamente fra famiglie in base alla produzione di rifiuti”. La Ta.ri è di fatto una tariffa iniqua, che ha un impatto maggiore sulle famiglie con meno consumi e quindi con minore produzione di rifiuti.