Roma rischia di rimanere senz’acqua. La minaccia si rincorre da giorni, con lo scontro in atto fra Regione Lazio e Acea. La prima ha infatti deciso di sospendere i prelievi di acqua dal Lago di Bracciano a partire da venerdì 28 luglio per evitare il disastro ambientale, mentre Acea ha accolto la decisione della Regione con l’annuncio di uno stop a turno nell’erogazione d’acqua nella Capitale.