Il “premio alla nascita” di 800 euro previsto una tantum per le mamme nel 2017 va riconosciuto a tutte la mamme straniere regolarmente soggiornanti in Italia. Secondo il Tribunale di Milano la legge istitutiva del premio non conferiva all’Inps alcun potere di restringere il numero di beneficiari, escludendo le mamme straniere prive di permesso di soggiorno di lungo periodo.