Resta in piedi il decreto interministeriale che vieta la semina di Ogm nei campi italiani. Il Tar del Lazio ha infatti rigettato il ricorso presentato da un agricoltore friulano contro il decreto interministeriale che proibisce la semina di mais biotech MON810 modificato geneticamente. Contro la prospettiva di un accoglimento del ricorso si era mobilitata la Task Force “Per un’Italia libera da Ogm” che aveva sottolineato il rischio dell’apertura a semine incontrollate.