Acquisti solidali, Fundraising Survey 2018: consumatori italiani molto interessati

I consumatori italiani sono molto interessati dagli prodotti “solidali” e sono pronti ad acquistarli se c’è un progetto benefico, positive da sostenere. Questo dato non è nuovo ma risulta confermato dalla Ricerca “Fundraising Survey Italia 2018”, realizzata dalla società Emotional Marketing e commissionata da Atlantis Company, azienda specializzata nella consulenza e nella comunicazione nel settore nonprofit.

Lo studio è stato presentato in occasione della quarta edizione di “Reinventing”, il tradizionale appuntamento dedicato all’innovazione e allo sviluppo del fundraising, della comunicazione sociale e della Corporate Social Responsibility promosso da Atlantis Company, che si è tenuto a Milano lo scorso 7 giugno.

Dalla ricerca emerge che più di 4 italiani su 5 (l’83%) si dichiara disposto ad acquistare un prodotto sapendo che parte degli incassi saranno utilizzati per finanziare una causa benefica; si arriva alla quasi totalità, con quasi il 90%, se si specifica che il contributo solidale non comporta un aumento del costo del prodotto. Questa disponibilità resta rilevante, anche se cala al 72%, quando si segnala un piccolo aumento del costo finale.

Non tutti i prodotti e non tutte le cause benefiche ottengono, però, gli stessi risultati. Dalla ricerca risulta, ad esempio, che i consumatori, a prescindere dalla tipologia del prodotto acquistato, tendenzialmente preferiscono sostenere associazioni che sostengono la ricerca scientifica contro gravi malattie e la tutela dei minori, ma anche che coloro che acquistano prodotti per animali sono molto più sensibili ai temi connessi agli amici a quattro zampe e all’ambiente. Lo studio rivela, inoltre, che anche le modalità di sostegno dichiarate dalle aziende e l’approccio comunicativo delle associazioni sostenute influenzano sensibilmente le intenzioni di acquisto dei consumatori.

lascia un commento