Altroconsumo: i consumatori danno i voti ai supermercati

Il prezzo non è tutto, ma conta. Non solo il costo effettivo degli articoli in vendita ma anche il modo in cui viene percepito, in particolare la presenza di marche economiche, promozioni, offerte speciali, nonché l’esistenza di un’effettiva trasparenza. I consumatori danno i voti ai supermercati in un’inchiesta realizzata da Altroconsumo sulla grande distribuzione, alla ricerca delle catene più apprezzate e dei motivi che invece lasciano insoddisfatti i clienti. Emerge, spiega l’associazione, che “Esselunga è in assoluto il supermercato a cui i clienti sono più affezionati. Seguono a ruota Ipercoop e Coop”.

Quanto sei soddisfatto del servizio offerto dalla grande distribuzione? Perché si è più fedeli a un super piuttosto che a un altro? Sono gli interrogativi che si è posta l’associazione indagando su ipermercati, supermercati e hard discount: fra maggio e giugno, sono stati distribuiti volantini all’ingresso dei principali punti vendita di 16 città. Si invitava a compilare un questionario elettronico per valutare la soddisfazione dei clienti. All’inchiesta hanno partecipato, attraverso la newsletter online, anche i soci di Altroconsumo. Totale: più di 1.500 persone hanno raccontato le loro abitudini di spesa, esprimendo la soddisfazione per il negozio. In totale i giudizi sono più di 2.500, dato che gli intervistati hanno potuto giudicare fino a tre catene.

Il primo dato che emerge è l’attenzione al prezzo e al portafoglio. Un risultato naturale, considerato che l’incidenza della spesa al supermercato (dati Istat) è pari a un quinto dell’intero budget familiare. Dall’inchiesta emerge prima di tutto che la soddisfazione nei confronti del punto vendita è legata soprattutto al prezzo e alle sue variabili. Spiega Altroconsumo: “Non si tratta solo del costo effettivo degli articoli, comunque in cima ai propri bisogni, ma anche del modo in cui viene percepito: i clienti esigono chiarezza e trasparenza, presenza di marche economiche, offerte speciali e promozioni. Da questo punto di vista le catene più apprezzate sono Lidl ed Esselunga, mentre Carrefour Market, Pam e Carrefour sono considerate le peggiori”.

In linea generale, i clienti sono soddisfatti del supermercato in  cui fanno la spesa – altrimenti non ci andrebbero, verrebbe da aggiungere. Secondo Altroconsumo, “le catene in assoluto più apprezzate sono Esselunga, Coop e Ipercoop. Le meno apprezzate sono Simply e Carrefour Market, che non ottengono neanche la metà di giudizi positivi. Sono in tanti, però, a non esprimere un parere definitivo: si dichiarano né soddisfatti né insoddisfatti. In altre parole, sono poco fidelizzati: potrebbero cambiare negozio senza particolari patemi”.

Le criticità generalmente più segnalate sono inadeguatezza dell’assortimento – relativo soprattutto alla poca varietà di piatti pronti o alla carenza di alimenti biologici – unite alla qualità del fresco e al servizio alle casse, che per i consumatori spesso rappresenta un tasto dolente.

Un commento a “Altroconsumo: i consumatori danno i voti ai supermercati”

  1. Costante ha detto:

    Simply giustamente è poco fidelizzata, per il momento, e non ha i prezzi vantaggiosi di Esselunga, ma ha il pregio e l’intelligenza di essere rientrata nelle città, con tempi di apertura, compresi i giorni festivi, molto apprezzati dalla gente che lavora, dai single, e dalle persone anziane, spesso sole e senza macchina che non sapevano più dove andare a fare la spesa e trovare tutto in un singolo punto ventita a portata di mano vicino a casa.Secondo me la fidelizzazione non tarderà. Vedremo l’evoluzione dei prezzi.