Barometro dei Furti: in Italia al top della classifica jeans, accessori e scarpe

Ai primi posti nella classifica dei prodotti più rubati in Italia ci sono jeans, accessori moda e scarpe, seguiti dai prodotti elettronici più costosi come smartphone, iPhone e tablet. A seguire la categoria dei parafarmaci, con trattamenti antiallergici e latte in polvere, l’health&beauty, in particolare cosmetici e profumi e il segmento entertainment, costituito da videogames e accessori per cellulari. E’ quanto evidenzia l’edizione 2012-13 del Barometro Mondiale dei Furti nel Retail, promosso da Checkpoint Systems e condotto da Euromonitor International.

L’indagine evidenzia, inoltre, che le differenze inventariali, in media, pari al 1,3% del sell-out nel settore Retail, sono costate ai negozianti italiani, nel 2012, oltre 3,70 miliardi di euro: le cause sono riconducibili principalmente a fenomeni di taccheggio, frodi da parte di dipendenti o fornitori, attività della criminalità organizzata nel retail ed errori amministrativi. In Italia, nel dettaglio, le differenze inventariali vanno attribuite ai furti da parte dei clienti per un 49% e dei dipendenti per il 27%, che sommate raggiungono una quota significativa del 76% per un valore di circa 2,81 miliardi di euro di perdite sul totale, nel 2012. Inoltre, analizzando in dettaglio il peso delle differenze inventariali suddiviso per i 25.720.100 nuclei familiari presenti nel nostro Paese, il costo, in media, è di 144 euro per famiglia, importo che globalmente, si aggira intorno ai 101 euro, mentre a livello europeo è di 145 euro.

Comments are closed.