Consumi, Findomestic: nel caos della politica, mi compro il robot da cucina

Orientati a prenotare le vacanze. Disposti a rinnovare il pc. Pronti ad aprire il portafogli per comprare il robot da cucina e la macchina per il caffè. Gli italiani esibiscono intenzioni di acquisto positive per elettrodomestici, pc, viaggi e mobili per la casa, tanto che l’Osservatorio Findomestic parla di ottimismo nonostante l’instabilità politica degli ultimi mesi.

Rispetto a un anno fa, dice l’Osservatorio mensile Findomestic, aumenta la propensione alla spesa per tutti i principali beni di consumo, anche se per alcuni il dato è ancora maggiore. Sono in ascesa soprattutto elettrodomestici (+6,4% per i cosiddetti ‘piccoli’), pc e accessori (+6,1%), viaggi (+5,8%) e mobili (+4,6%). “Una tendenza così favorevole in un clima di instabilità politica – dichiara Claudio Bardazzi, responsabile dell’Osservatorio Findomestic – dimostra che gli italiani sono disposti a gettare il cuore oltre l’ostacolo”.

Ecco dunque qualche dato che rende l’idea. Nel comparto casa, la crescita riguarda soprattutto le intenzioni di acquisto di mobili, in aumento del 4,6% su base annua e dell’1,4% su base mensile, con una previsione di spesa media di 2.347 euro. Impennata anche per ristrutturazioni e case nuove, rispettivamente in crescita del 4,3% e del 2,7% in confronto all’aprile 2017. Gli italiani sembrano orientati decisamente per il rinnovo degli elettrodomestici. Rispetto allo scorso anno, ad aprile prosegue la crescita nelle intenzioni di acquisto di elettrodomestici: per quelli di piccole dimensioni (dai forni ai robot da cucina, dai ferri da stiro alle macchine per il caffè) l’accelerazione è del 6,4% mentre per i grandi bianchi l’incremento si attesta al 5,6%. Bene anche l’elettronica di consumo: la tendenza a comprare Tv e Hi-Fi è cresciuta del 3,8% negli ultimi dodici mesi.

Salgono le intenzioni di acquisto per l’informatica. Al top delle intenzioni di acquisto in questo settore ci sono quelle che riguardano pc e accessori, aumentate in un mese dell’1,5% e del 6,1% in un anno, con una spesa media preventivata di 522 euro. Per gli smartphone la crescita annua è del 3,8% (spesa media: 387 euro), mentre quella che riguarda foto e videocamere è del 2,1%. Ok anche il segmento tablet/e-book: +1,8% rispetto ad aprile 2017. Attira anche il tempo libero: aumenta molto, rispetto a un anno fa, l’intenzione di fare viaggi o vacanze nei prossimi tre mesi, che segna +5,8%, con una spesa prevista di 1.452 euro. Il trend nei dodici mesi è favorevole anche per abbigliamento sportivo (+4,4%) e per attrezzature fai-da-te da casa e giardino (+3,4%).

Comments are closed.