Carnevale, Osservatorio Federconsumatori: costi e trucchi per risparmiare

Strade piene di coriandoli e stelle filanti, vetrine traboccanti di frappe e frittelle, e poi parchi e piazze popolate da piccoli super eroi, principesse e teneri bimbi travestiti da animaletti di ogni tipo a bordo dei loro passeggini. Insomma, se a qualcuno non se ne fosse accorto: è Carnevale, ragazzi! Il clou dei festeggiamenti sarà l’8 febbraio con il Giovedì grasso, per terminare Martedì Grasso, il 13 febbraio. Tra maschere, sfilate, colori e dolci tipici, sono molti i cittadini che si preparano a festeggiare, all’insegna dell’originalità e della tradizione. Ma quanto costa festeggiare il periodo più pazzo dell’anno? Se l’è chiesto l’Osservatorio Nazionale Federconsumatori che ha effettuato un monitoraggio di quanto si può spendere per feste e travestimenti, fornendo anche dei consigli per risparmiare.

Partiamo allora dalla base: non si può dire “Carnevale” senza un costume adatto. Qualunque sia la maschera prescelta un dato è certo: gli italiani prediligono acquistare il proprio costume online. Il prezzo di un costume per adulto in un negozio è mediamente di 54,90 euro (in aumento rispetto al +6% rispetto al 2017), mentre un costume da bambino costa mediamente 31,50 euro (+5% rispetto al 2017). Acquistando i costumi online è possibile risparmiare fino al 30%.

Per chi preferisce, invece, optare per il noleggio, la tariffa per un costume da adulto varia dai 41,50 euro di Milano ai 209 euro di Venezia. Si tratta spesso di costumi sofisticati e originali, per questo il costo di noleggio può raggiungere importi molto elevati.

Per chi vuole sfoggiare un costume unico, dando sfogo alla propria creatività e al contempo risparmiando, è possibile optare per la soluzione “fai da te”. Su internet è facile trovare tutorial e idee fantasiose per creare il proprio costume “handmade”, risparmiando anche il 60% sul prezzo di acquisto.

Una maschera non è completa se non è corredata dal giusto makeup. I trucchi di Carnevale costano mediamente dai 5,21 ai 21 euro (a seconda del formato del kit). L’elemento fondamentare a cui prestare attenzione è la sicurezza: bisogna scegliere sempre trucchi certificati e testati, realizzati con sostanze ipoallergeniche. Inoltre è consigliabile utilizzare trucchi che possano essere lavati via facilmente, con un semplice struccante, o ancor meglio con acqua e sapone.

Feste private e sfilate di carri e maschere sono il modo migliore per sfoggiare il travestimento scelto. Partecipare ad alcuni dei Carnevale più famosi della Penisola, implica mettere in conto una spesa anche per il viaggio e per l’hotel. Ad esempio, per un pacchetto viaggio per 2 giorni e una notte a Viareggio, includendo pernottamento, cena in maschera, colazione e ingresso al Carnevale, il costo complessivo è pari a circa 99 euro a persona per gli adulti e 66 euro per i bambini. Altro noto appuntamento è quello con il Carnevale di Cento (FE), i cui biglietti di ingresso costano mediamente 15 euro a persona.

Se per l’occasione, invece di partecipare ai numerosi eventi in programma si decide di organizzare una festa privata, le spese ammontano a circa 205 euro per l’affitto sala, 13,20 euro a persona per il buffet gastronomico, 150 euro per il fotografo, 70 euro per il truccatore e 85 per l’animatore, circa 99 euro per i diritti SIAE.

Comments are closed.