Federconsumatori: mercato auto-moto in ripresa ma i rincari sono dietro l’angolo

Il mercato di auto e moto mette davanti a sé un segno più e traina la ripresa dei consumi di beni e servizi degli italiani. La notizia del lieve rialzo del settore non è chiaramente sfuggita al Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti che, come denunciano Adusbef e Federconsumatori, ha già inserito un nuovo rincaro per la tassa sulle targhe da applicare ai nuovi veicoli. Il rincaro, precisano le Associazioni, sebbene sia “contenuto”, va però ad aggiungersi ai costi sostenuti quotidianamente da chi usa auto e moto per i propri spostamenti (aumento autostrada e telepass, costo del carburante che stenta ad allinearsi al ribasso del petrolio, costi di manutenzione ordinaria, ecc). Da gennaio 2016, quindi, ogni nuova targa costerò 1,51 euro in più (41,78 invece di 40,27). Nel caso delle moto, invece, la targa costerà 22,26 (rispetto ai 21,45 del 2015) Ma, il nuovo anno ha portato altre novità per automobilisti e motociclisti che saranno costretti a pagare 27,85 euro per i costi di produzione che, fino a dicembre 2015 erano fermi a 26 euro.

Comments are closed.