Natale, Movimento Consumatori: pochi regali molte decorazioni

 Si risparmia sui regali ma resta invariata la spesa destinata all’acquisto delle decorazioni e dei cibi della tradizione: panettoni, torroni, pandori, etc.  e’ quanto rileva il Movimento Consumatori secondo cui “la necessità di non venire meno ad un appuntamento che è tradizione comporterà quest’anno un sacrificio ulteriore per le famiglie: malgrado i prezzi dei prodotti natalizi in generale abbiano subito una contrazione (abbiamo osservato infatti un abbassamento dei prezzi specialmente per quel che riguarda la grande distribuzione) sarà comunque oneroso far fronte alle spese “speciali” che richiede una ricorrenza come il Natale”. Quest’anno non rinunciare alla decorazione del classico albero di Natale costerà circa 141 euro rispetto ai 200 euro dello scorso anno (-41,8%), mentre l’acquisto dei prodotti alimentari natalizi costerà 27 euro a fronte dei 36 dello scorso anno (-33,3%). “Il potere di acquisto delle famiglie risente del periodo poco felice dal punto di vista economico – spiega Lorenzo Miozzi, presidente del Movimento Consumatori – Il Natale però rappresenta per gli italiani non una festa qualsiasi, ma ‘la festa’ per eccellenza cui è impossibile rinunciare. Un evento che diventa occasione per molti di condivisione di un momento di religiosità, di riunioni familiari, di socialità”.

Comments are closed.