Osservatorio Findomestic: nel 2012 in calo redditi e consumi

Nel corso dell’anno che sta volgendo al termine si è assistito ad una riduzione del reddito e di conseguenza ad una contrazione dei consumi. Se il primo è calato del 4,5%, i consumi interni delle famiglie nel 2012 si sono contratti del 3,4%. E’ quanto rileva l’indagine condotta dall’Osservatorio Findomestic secondo cui i più sacrificati sono i beni durevoli per la casa, il cui acquisto è stato rinviato se non strettamente necessario. Cala la spesa per i veicoli (-17,6%) così come calano gli acquisti di grandi e piccoli elettrodomestici mentre tiene il segmento ‘smartphone’ che ha registrato un notevole aumento delle vendite sia in quantità (+62%) che in valore (+63%).

Per il 2013 l’andamento della domanda sarà debole e la contrazione dei consumi proseguirà fino a metà anno. Gli anni che abbiamo trascorso e i recenti eventi politici ed economici nazionali, hanno inoltre impattato fortemente sul concetto di fiducia degli italiani, che sono tornati a una maggiore consapevolezza della responsabilità individuale.  Forze Armate, Esercito e Presidenza della Repubblica sono le istituzioni che più godono la fiducia degli Italiani. Tra i soggetti degni più affidabili emergono gli scienziati, i giornalisti, gli imprenditori e i comici, per competenza e capacità di innovare, oppure perché svolgono un ruolo di denuncia. Il contesto pubblico è in caduta verticale: rappresenta una realtà astratta e “distante”, verso la quale ci si sente impotenti… politica, economia e futuro sono irraggiungibili; si intuisce anche la debolezza degli organismi politici nel produrre una visione che possa guidare il passaggio verso un nuovo equilibrio globale. Tra i soggetti che perdono fiducia sono da annotare i politici, i professionisti della finanza, gli immobiliaristi e gli agenti di vendita.

 

Comments are closed.