Contraffazione, sequestrati profilattici “falsi” provenienti dalla Cina

Nessuno prodotto è al riparo dalla contraffazione. E’ questo il primo commento che viene da fare leggendo la notizia, di qualche giorno fa, del sequestro di un intero carico di preservativi contraffatti provenienti dalla Cina (quasi 4.000 pezzi): sequestrati a Malpensa, durante un controllo di accertamento da parte dei funzionari delle Dogane. Apparentemente simili a quelli di una famosa marca leader di settore, in realtà erano contraffatti mediante l’apposizione di numeri di lotto inesistente. Dei “falsi” a pieno titolo che hanno violato i diritti di proprietà intellettuale. L’intera spedizione è stata sequestrata e il rappresentante legale della società importatrice è stato denunciato.

Comments are closed.