Io non voglio il falso, il 10 e 17 novembre la campagna è a Matera

La contraffazione è un fenomeno in continua espansione: è partito dall’abbigliamento e si è esteso all’alimentazione, ai cosmetici e prodotti di igiene della persona, ai giocattoli per i bambini. Nel 2009 la Guardia di Finanza ha sequestrato più di 100 milioni di prodotti contraffatti o non sicuri: moda, elettronica, giocattoli e beni di consumo i settori più colpiti. E non è solo un problema economico, ma di sicurezza e salute delle persone, a cominciare dai bambini. Bisogna quindi mantenere alta l’attenzione contro questo fenomeno, educando i cittadini alla prevenzione dei rischi legati ai prodotti contraffatti. Per questo continua la campagna informativa “Io non voglio il falso” promossa dal Ministero dello Sviluppo Economico, in collaborazione con l’Assoutenti e altre 7 Associazioni dei consumatori: il 10 e il 17 novembre 2012 Assoutenti sarà a Matera per incontrare i consumatori che potranno denunciare casi di prodotti contraffatti direttamente al Mercato settimanale.

La campagna ha lo scopo di sensibilizzare i consumatori sull’illegalità della contraffazione e quindi dell’acquisto di prodotti contraffatti e della eventuale pericolosità derivante dall’acquisto di tali beni. “Io non voglio il falso” non è solo una campagna di sensibilizzazione per la tutela del consumatore, ma anche una campagna per la salvaguardia delle imprese italiane e dei posti di lavoro. Sostenere il commercio legale è un modo in più per combattere l’illegalità. Comunque tutti i consumatori interessati a ricevere informazioni sulla lotta alla contraffazione possono sempre rivolgersi presso gli sportelli dell’Assoutenti visionabili sul sito www.assoutenti.it; il consumatore che invece vuole segnalare casi di contraffazione può farlo al numero telefonico 06.47055800 o alla e-mail: anticontraffazione@sviluppoeconomico.gov.it

 

 

Comments are closed.