Orologi Armani contraffatti, la denuncia è partita dall’Adoc

Anche per il sito che vende occhiali Armani contraffatti, come era già successo per i siti che vendevano merce contraffatta a marchio Gucci, Prada e Ray-Ban, la denuncia è arrivata dall’Adoc. E l’Antitrust ha prontamente avviato il procedimento per la sospensione provvisoria del sito web emporioarmaniwatchesuk.uk.com. Per Adoc è un importante risultato nella lotta alla contraffazione nel settore abbigliamento e accessori “Made in Italy”.

“Una nuova grande vittoria nella lotta alla contraffazione, dopo la chiusura dei siti web che vendevano prodotti di Prada, Gucci e Ray-Ban, un successo riconosciuto anche a livello internazionale, è stato avviato il procedimento di chiusura di un sito web che commercia orologi Armani contraffatti, grazie alla denuncia dell’Adoc – dichiara Lamberto Santini, Presidente dell’Adoc – abbiamo infatti denunciato all’Antitrust che le informazioni presenti sul sito sono idonee a ingannare i consumatori inducendoli ad effettuare acquisti che altrimenti non avrebbero fatto e che i prodotti commercializzati erano in realtà contraffatti. Arrecando quindi un danno non solo ai consumatori, che hanno acquistato prodotti falsi, non a norma e non dotati di sufficienti garanzie, ma anche alle aziende coinvolte e all’intera economia nazionale. Con il provvedimento di oggi da parte dell’Antitrust, che dimostra ancora una volta il suo fondamentale ruolo di difensore dei diritti e degli interessi dei consumatori, è stato inflitto un nuovo duro profondo colpo al sistema dell’illegalità.”

Comments are closed.