#cosedanoncredere, UNC: è ora di un nuovo dialogo tra imprese e consumatori

Si è svolto ieri il convegno che l’Unione Nazionale Consumatori ha dedicato alle “Cose da non credere” che si nascondono nei claims pubblicitari. A discutere delle ‘cose da non credere’ sono state non solo tutte le autorevoli personalità che sono salite sul palco (Giovanni Pitruzzella-Presidente dell’Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato; Paolo Barilla-Presidente di Aidepi; Giovanni Cobolli Gigli-Presidente di Federdistribuzione; Luigi Cremonini-Presidente di Assocarni; Gianni Riotta-editorialista de ‘La Stampa’; Paola Saluzzi-giornalista di ‘Skytg24 Pomeriggio’; Myrta Merlino-giornalista di ‘L’aria che tira’ La7; Eleonora Daniele-giornalista di ‘Linea Verde’ Raiuno e Giovanni Floris– giornalista di ‘Ballarò’), ma anche coloro che hanno accettato di lavorare ai tavoli (dedicati al web, al food e all’energia) che hanno preceduto la plenaria; nei prossimi giorni la discussione proseguirà sul sito dell’evento www.cosedanoncredere.it“.

“Dopo aver tentato di sgombrare il campo dalle ‘cose da non credere’ sono rimaste quelle in cui credere: questo era il nostro obiettivo, nella speranza che sia un punto di partenza per una nuova stagione di dialogo tra consumatori, imprese ed istituzioni” ha concluso Massimiliano Dona, segretario generale UNC.

Comments are closed.