E-commerce Netcomm Forum, domani a Milano un sigillo tra imprese e consumatori

Il commercio elettronico ormai si è diffuso anche tra gli italiani che sono, da sempre, un popolo di conservatori. Purtroppo, però, l’e-commerce non è libero dai tranelli che si nascondono dietro l’acquisto e la comodità del “fare acquisti comodamente da casa” non va di pari passo con la sicurezza. “Per questo è fondamentale che gli utenti del web siano ben informati sulle reali opportunità della Rete e tutelati nei loro acquisti”. E’ quanto dichiara Massimiliano Dona Segretario generale dell’Unione Nazionale Consumatori a proposito dell’ E-Commerce NetComm Forum, che si terrà domani a Milano.

“Gli italiani – aggiunge Dona – complice anche la crisi, seppure in ritardo rispetto ad altri paesi europei, si avvicinano allo shopping online in nome della semplicità, della rapidità e, soprattutto, del risparmio, ma nonostante la crescente diffusione dell’ecommerce nutrono ancora dubbi sulla possibilità di affidarsi con tranquillità alla Rete per i propri acquisti. Per questo,  apprezziamo l’iniziativa del Consorzio di Netcomm di creare un marchio di fiducia riconosciuto dai consumatori online del quale possono fregiarsi le aziende che si impegnano ad offrire ai consumatori un servizio facile, conveniente e sicuro”.

“Nell’ambito dell’E-Commerce Forum (http://www.ecommerceforum.it/ecommerceforum2013/) – commenta Roberto Liscia, Presidente di Netcomm- punteremo l’attenzione su un tema in cui credo fortemente. Per dirla con un termine inglese, ormai corrente, mi riferisco alla trustability, ovvero, la necessità di creare meccanismi di fiducia a chi compra presso i siti di commercio elettronico. Come Consorzio, sentiamo di dover raddoppiare l’impegno verso i consumatori e lanciamo oggi un’evoluzione del Sigillo Netcomm, sia nella sua formula per così dire ‘standard’ sia nella sua nuova espressione ‘Gold’. Si tratta di uno strumento che gli utenti potranno trovare sui siti che lo esporranno e che sarà per loro un prezioso indicatore della serietà del sito in questione, in termini di sicurezza, trasparenza, chiarezza e affidabilità”.

“Auspichiamo – conclude Massimiliano Dona – che le iniziative di verifica lanciate dal Consorzio Netcomm siano il primo passo di un più completo percorso che faccia della tutela del consumatore un punto cardine nel rapporto tra imprese e e-shopper. A garanzia degli utenti, è fondamentale che l’autoregolamentazione evolva in co-regolamentazione, dando vita ad una stabile relazione con i rappresentanti dei consumatori per confermare il percorso intrapreso nella direzione della trasparenza”.

Comments are closed.