TopNews. Fallimento Mercato Uno, CTCU: istruzioni per i consumatori

Il Tribunale di Milano ha dichiarato il fallimento della società Shernon Holding S.r.l. titolare dei negozi Mercato Uno, e, come immaginabile, numerosi consumatori hanno contattato le associazioni dei consumatori per avere informazioni su come comportarsi. Il Centro Tutela Consumatori Utenti ha diffuso le istruzioni necessarie ai consumatori per aiutarli a far valere i propri diritti. Vediamo i diversi casi. Se l’acquisto è stato fatto tramite carta di credito, ricordate che esiste la possibilità di recedere dall’acquisto entro 14 giorni.In tutti i casi in cui il pagamento (anticipo o saldo) è stato effettuato con carta di credito e la merce non è stata ancora consegnata si consiglia di informarsi presso la banca emittente della carta utilizzata, in merito alla possibilità di attivare una procedura di Charge-back contestando il pagamento e chiedendo il rimborso direttamente al circuito di appartenenza della carta di credito.

Per gli acquisti in negozio, la cosa si fa più complicata, soprattutto se la merce non è stata ancora consegnata. A seconda del mezzo di pagamento usato, potrebbe però esserci la possibilità di riavere indietro quanto pagato. Se si è pagato tramite carta di credito, si può contattare il servizio clienti della carta e chiedete se per il caso di specie sia possibile attivare la procedura di rimborso (“chargeback”), in quanto la consegna non è avvenuta. Analogamente, si può chiedere alla banca quali possibilità vi siano nel caso di pagamento con altri mezzi (pagamento POS, bonifico, …).

Se è stato attivato un finanziamento si può recedere anche da questo contratto entro 14 giorni dalla sua conclusione. Se non siete in tempo per recedere, e la consegna non è avvenuta, inviate una raccomandata a.r. alla finanziaria per annullare il finanziamento, allegando copia della vostra insinuazione al passivo, da cui si evinca la domanda di risoluzione del contratto inadempiuto dal negozio Mercatone Uno e chiedete alla finanziaria l’annullamento del contratto di finanziamento con richiesta di restituzione delle rate sino ad ora pagate (tra i due contratti, infatti, esiste un collegamento negoziale fissato per legge: Cass. Civ., sez. III, sentenza 27/09/2016 n° 19000).

Si ricorda inoltre che il termine per la presentazione delle domande di ammissione al passivo è il 20 settembre 2019.

Notizia pubblicata il 28/05/2019 ore 18.27

Comments are closed.