Garanzia legale e GdO, Konsumer: il 50% delle insegne nettamente insufficiente

Nuova tappa dell’indagine condotta da Konsumer Italia e Garanteasy sulle modalità di comunicazione della garanzia legale. Dopo l’elettronica, gli operatori della moda, i brand sportivi, stavolta si parla di GDO (Grande Distribuzione Organizzata), soggetta anch’essa a garantire (e comunicare) la garanzia legale ai propri consumatori.La ricerca ha esaminato la modalità di comunicazione della garanzia legale da parte di 27 insegne della GDO (di cui 7 appartenenti all’alleanza Agorà Network, e separatamente 2 ad Esselunga ed Esselunga a Casa) e si riferisce alle informazioni presenti (o assenti) nei siti web.

I risultati ottenuti indicano che l’attenzione al tema da parte della Grande Distribuzione è insufficiente. In particolare il 50% delle insegne esaminate risulta essere molto insufficiente, il 3% circa è insufficiente, il 29% è nella fascia tra sufficiente a discreto, mentre una percentuale ancora più ridotta, pari al 18%, raggiunge il giudizio di “Buono”. Nessuna insegna è promossa a pieni voti.

Soffermandosi sul servizio di assistenza al cliente, è emerso che tutte le insegne permettono di essere di essere raggiunte con un form on-line o via e-mail. Sorprendentemente, Conad, una delle insegne leader in Italia, si distingue in negativo ottenendo il peggior punteggio in assoluto. Basti pensare che è anche l’unica a non fornire un numero telefonico (solitamente un numero verde gratuito), né alcun elemento informativo riguardo la garanzia legale sui prodotti venduti.

Le altre insegne che non hanno una pagina dedicata alla comunicazione della Garanzia Legale sono ben 17 e quindi ben il 61% del totale. L’elenco comprende 6 delle 7 insegne dell’alleanza Agorà Network (Basko, C+C Italmarket, Doro, Ekom, Gruppo Poli, Sogegross) ad esclusione di 1.

Inoltre, non hanno una pagina dedicata Bennet, la già menzionata Conad, Crai, Eurospin, Famila – Selex, Md Discount, Sidis Salerno, Sigma, Unes E Végé. Tutte queste sono valutate naturalmente come insufficienti.

Le insegne con valutazione “Discreto” e “Buono” sono 10, Il Gigante, Esselunga, Esselunga A Casa La Spesa Comoda, Coop, Carrefour, Pam, Lidl, Despar Eurospar Interspar, Iper La Grande I, ed Auchan.

In conclusione si può affermare che anche la grande distribuzione, così come gli operatori dell’abbigliamento moda e sport, presta scarsa attenzione a comunicare in modo completo e trasparente la garanzia ed ancora nessuna insegna utilizza la leva strategica della garanzia come elemento di differenziazione e posizionamento della qualità e servizio al cliente.

 

Notizia pubblicata il 08/02/2018 ore 17.31

Comments are closed.