Natale, Adoc: è boom di regali solidali

Come rispondono gli italiani alla crisi? A tavola, secondo SWG-Confesercenti privilegiando le tavole casalinghe e i prodotti di qualità a scapito della quantità. E sulla tradizionale strenna natalizia? Secondo un’indagine Adoc il regalo scaccia crisi è solidale e sostenibile. “Sebbene il budget per l’acquisto dei regali si è ridotto di circa il 5% rispetto allo scorso anno i consumatori non rinunceranno al Natale ma, semplicemente, opteranno per soluzioni economiche e creative” spiega, infatti, Lamberto Santini, Presidente dell’Adoc. Per l’Associazione, il 12% dei consumatori sceglierà di regalare prodotti del commercio equo-solidale, siano essi alimentari o artigianali, in egual misura saranno gli italiani che realizzeranno loro stessi uno o più regali di Natale, all’insegna del risparmio e della creatività. Importante anche la percentuale di consumatori, il 16%, che sceglierà di regalare prodotti per la salute e il benessere. In questo particolare settore stiamo assistendo al crescente fenomeno dell’acquisto di soggiorni benessere su siti di social shopping, che offrono la possibilità di soggiornare e/o praticare attività termali a prezzi più bassi rispetto alle normale tariffe, in media del 30%, con punte fino al 70%. Resistono nelle preferenze degli italiani i regali hi-tech e i giochi e videogiochi, non solo per bambini e adolescenti ma anche destinati ad un pubblico più adulto. Un dato importante da sottolineare è che il 7% dei consumatori prevede di regalare prodotti “riciclati” o di seconda mano, in particolare abbigliamento e giochi.

Comments are closed.