Osservatorio Findomestic: italiani più ottimisti sugli acquisti futuri

Col nuovo anno aumenta la soddisfazione sia per la situazione italiana (dal 3,4 di dicembre a 3,7 di gennaio) sia per quella personale (da 4,5 a 4,7, il picco più alto degli ultimi 2 anni), altrettanto positive sono le aspettative di risparmio, che aumentano nell’ultimo mese di 1,7 punti percentuali. E’ quanto emerge dai dati dell’Osservatorio mensile di Findomestic che rilevano anche un aumento dell’ottimismo in generale (40%). Come ogni mese, l’Osservatorio ha fotografato le previsioni di acquisto in diversi settori a partire dagli elettrodomestici per i quali si registra un trend in crescita, sia per i piccoli che per i grandi.

Novità per smartphone, tablet e pc: secondo l’Osservatorio, scende la propensione all’acquisto per PC, tablet e per la telefonia rispettivamente al 22,1%, 13,1% e al 23,2% ma aumenta la spesa destinata all’acquisto di questi prodotti. Per quanto riguarda la spesa media prevista, infatti, gli Italiani pensano di spendere 504 € per PC e accessori, 367€ per fotocamere e videocamere, 310 € per beni legati alla telefonia e 300 € per tablet e ebook.

Cresce all’13,7% la quota di consumatori pronti ad acquistare un’auto nuova e al 9.3% quella per le auto usate. Trend positivo anche per le persone intenzionate a comperare uno scooter, che salgono dal 5,4 al 6,2%. Rimangono invece stabili le previsioni di spesa media per scooter, auto nuove e usate per cui verrebbero spesi rispettivamente di 3.383€, 19.671€ e 6.924€

In aumento la spesa media prevista per l’acquisto di mobili che sale da 1.795 a 2.055€. Cosi come salgono le previsioni per il settore viaggi e vacanze che aumentano al 31,2%. Diminuiscono invece al 23,0% le intenzioni di acquisto di attrezzature per il fai da te ed al 20,2% quelle per abbigliamento ed attrezzature sportive.

Idem per la previsioni di acquisto nei prossimi tre mesi per gli impianti di fotovoltaico (6,0%) e per quelli solari termici (4,9%). In crescita anche le intenzioni di comperare infissi e serramenti (9,3%), stufe a pellet e caldaie (8,6%). Per quanto riguarda le previsioni di spesa, rimangono stabili quelle per gli impianti di fotovoltaico (5.965 €), mentre aumentano quelle per gli impianti solari termici (4.696€) e di serramenti e infissi (2.990 €). Crescono anche se più leggermente le intenzioni di spesa medie di caldaie e stufe a pellet (1.458 €).

 

Comments are closed.