Pratica commerciale sleale, Tar Lazio riduce multa Antitrust a Motta Editore

Il Tar del Lazio ha ridotto una sanzione (da 100mila euro a 50mila) e ne ha cancellata un’altra, inflitte ad agosto 2012 dall’Antitrust alla Federico Motta Editore per due pratiche commerciali scorrette nella promozione e vendita di opere editoriali (segnalate a suo tempo da Adiconsum).

Due i comportamenti sanzionati dall’Autorità: la promozione a domicilio di opere editoriali, attraverso modalità ingannevoli e indebito condizionamento, comportamento adottato anche nell’esecuzione del rapporto contrattuale e nei confronti di consumatori particolarmente vulnerabili;  la promozione nelle scuole di “prodotti multimediali con modalità oscure e poco trasparenti.

Per il Tar è “senz’altro dimostrato come alcuni agenti Motta abbiano utilizzato tecniche di vendita riprovevoli, spesso prossime a veri e propri raggiri, facendo in particolare credere che il bene ceduto avrebbe potuto essere rivenduto” e presentando “come un sicuro investimento quello che era affatto semplicemente l’acquisto di un bene improduttivo, utile o soltanto godibile“. In merito all’entità della sanzione, il Tar ha ritenuto che l’Antitrust “abbia ecceduto nel valutare la dimensione del fenomeno” e che quindi sia ragionevole “dimezzare la sanzione irrogata” per la pratica relativa alla vendita di opere a clienti contattati dagli agenti, mentre per l’addebito relativo alla promozione di prodotti multimediali destinati alle famiglie, l’Autorità “è giunta ad una conclusione assolutamente arbitraria”. L’effetto: riduzione a 50mila euro della sanzione per la prima pratica commerciale, annullamento della sanzione per la seconda.

Comments are closed.