Benzina, ricomincia la corsa con aumenti nel weekend

Il 2013 è iniziato con nuovi rialzi sui prezzi della benzina, sotto la spinta dei forti aumenti dei prezzi internazionali che si sono riversati nel fine settimana sui listini delle compagnie. Tra sabato e oggi hanno aumentato i prezzi consigliati della benzina ben 4 compagnie: Esso, Shell, Tamoil e TotalErg che hanno imposto uno o due centesimi in più per un litro di verde. Il gasolio, invece, è sceso leggermente. Eni è l’unica compagnia a rimanere sotto quota 1,8 euro/litro sulla verde e sotto 1,75 sul diesel; l’ultima variazione del Cane a sei zampe risale esattamente a un mese fa, il 7 dicembre.

Salgono in modo significativo le medie ponderate nazionali dei prezzi della benzina in modalità servito: questa mattina si è raggiunto 1,806 euro/litro, +0,6 centesimi, con punte di 1,881 euro/litro. Il prezzo medio del diesel scende a 1,755 euro/litro (-0,2 centesimi).

A livello Paese, secondoil monitoraggio di Quotidiano Energia, il prezzo medio praticato della benzina (sempre in modalità “servito”) va oggi dall’1,803 euro/litro di Eni all’1,822 di Tamoil (no-logo in salita a 1,723). Per il diesel si passa dall’1,745 euro/litro di Eni ed Esso all’1,757 di Shell (no-logo a 1,634). Il gpl infine è tra 0,864 euro/litro di Esso e 0,878 di Q8 e IP (no-logo a 0,829).

 

Comments are closed.