Carburanti in Sicilia, Antitrust chiede informazioni a 11 compagnie petrolifere

L’Antitrust chiede informazioni sul mercato dei carburanti in Sicilia. L’Autorità ha inviato a 11 compagnie petrolifere una dettagliata richiesta di informazioni sui prezzi dei carburanti nella regione Sicilia e su eventuali anomalie. L’iniziativa fa seguito alla segnalazione dell’assessore regionale all’Economia, in base alla quale i prezzi di gasolio e benzina in Sicilia sarebbero molto più elevati che nel resto d’Italia.

Ora le compagnie dovranno dare informazioni sui prezzi consigliati in Sicilia, in tutto il Sud e sui prezzi nazionali medi, nonché chiarimenti sulla rete di distribuzione carburanti. Scrive l’Antitrust: “Le compagnie dovranno fornire in breve tempo agli uffici dell’Antitrust dettagliate informazioni sui prezzi consigliati agli impianti siciliani, su quelli consigliati agli impianti delle regioni del Sud e sui prezzi medi nazionali, includendo sia i prezzi per la rete stradale che quelli per la rete autostradale. Le compagnie dovranno altresì fornire informazioni sulle caratteristiche della rete di distribuzione dei carburanti in Sicilia, nonché sul sistema logistico esistente e, in generale, sulle modalità di approvvigionamento del prodotto”.

Un commento a “Carburanti in Sicilia, Antitrust chiede informazioni a 11 compagnie petrolifere”

  1. Sara ha detto:

    Avete notato come nessuno se ne fregato niente della Sicilia e del fatto che siamo stati bloccati da una settimana senza benzina? Quasi quasi mai menzionato dalla stampa nazionale…E ora dopo poche ore tutti stanno impazzendo perche’ lo scioppero e’ arrivato da loro? Stano, no???