Natale, UNC: così ti rincaro il carrello

E’ Natale e…scatta il rincaro non solo di quei prodotti alimentari che per tradizione fanno parte del carrello della spesa delle feste ma anche su alcuni prodotti che normalmente costano uno o due euro e durante le festività raggiungono il picco delle vendite. Ad affrontare la questione l’Unione Nazionale Consumatori che ha un esempio: “Pensiamo al tradizionale vasetto di Nutella che normalmente costa circa 7-8 euro al chilo; il prezzo aumenta con le confezioni monodose (11 euro al chilo), ma se si acquista un grazioso vasetto da appendere all’albero con 30 grammi di prodotto il prezzo schizza alle stelle: ben 66 euro al chilogrammo! Che dire poi dei panettoncini da 80 grammi che costano oltre 30 euro al chilo a fronte dei circa 5 euro di qualsiasi altro panettone industriale di taglia normale?”. Ma la lista è lunga e tra il novero dell’UNC ci sono anche le insalate in busta che arrivano a costare 12 euro al chilo.

“E’ ovvio che lavare e tagliare l’insalata è più faticoso, così come appendere all’albero una confezione di crema alle nocciole da un chilo non è sicuramente comodo, ma la buona abitudine di controllare il prezzo al chilo (o al litro) di quello che stiamo acquistando, andrebbe sempre seguita: adottando questa precauzione si possono ottenere dei risparmi significativi nel carrello di Natale e di tutto l’anno”  raccomanda in conclusione Agostino Macrì esperto di sicurezza alimentare dell’associazione.

Comments are closed.