Osservatorio: spendere poco col cellulare, le migliori tariffe sotto i 25 euro al mese

Gli smartphone hanno aumentato le funzioni a disposizione degli utenti – una fra tutte la connessione internet mobile – e, a volte, si spende più del previsto perché non si ha una stima precisa delle proprie abitudini di consumo. Grazie al portale di comparazione Supermoney, unico in Italia accreditato Agcom, mettiamo le migliori tariffe cellulari a confronto, pensando ad utenti che spendano fino a 25 euro al mese, effettuando circa 250 minuti di chiamate al mese, inviando 100 sms al mese e navigando con 1 Gb di traffico. Wind e Tre Italia offrono le proposte più convenienti.

Ma non sono solo i privati a fare uso dei cellulari, infatti aziende, professionisti e titolari di partita Iva fanno uso frequente del cellulare per contattare clienti e partner, ma anche per navigare su internet e consultare le mail. Ma l’idea di tutti è sempre quella di avere un buon prodotto e spendere poco.

Con le caratteristiche che abbiamo identificato poco fa, la migliore tariffa al momento viene offerta da Tre Italia con “3 Power 10” (opzione “All-In Medium”), che costa 6,2 euro al mese in promozione fino al 31 maggio del 2013, sottoscrivibile online da parte dei clienti con scheda Sim ricaricabile. L’opzione “All-In Medium” della Tre, al costo mensile indicato di 6,2 euro anziché 12 euro al mese, è sottoscrivibile da parte dei nuovi clienti che effettuano la portabilità da altro operatore mantenendo quindi il numero di cellulare.

Al secondo ed al terzo posto delle tariffe più convenienti c’è Wind, sempre per clienti ricaricabili, con “Super Senza Scatto” con opzione “All Inclusive Big”, e “Wind 12” con opzione “All Inclusive Big” con un costo mensile che in entrambi i casi è pari a 10,4 euro.

Anche l’opzione All Inclusive Big è in promozione, fino al 9 giugno del 2013. In particolare, il prezzo proposto resterebbe lo stesso per cinque anni per gli utenti che effettuino la portabilità da altro operatore oppure per chi sia già cliente Wind. In quest’ultimo caso,  è previsto un contributo di attivazione una tantum di 9 euro a patto però di non aver già sottoscritto altre opzioni in promozione.

Comments are closed.