Pubblicità occulta, Antitrust censura ‘Occhio alla spesa’

L’Autorità garante della concorrenza e del mercato (Agcm) ha censurato il  presentatore televisivo Alessandro Di Pietro, perché nel corso di tre puntate del programma “Occhio alla Spesa” in onda su Rai 1, ha fatto pubblicità occulta  alla pasta di soia Aliveris, descritta come un prodotto adatto per diabetici. E’ quanto scrive Roberto La Pira su ilfattoalimentare.it spiegando che il conduttore “attraverso la società VP ha concordato un compenso intorno a 10-20 mila euro (la cifra esatta non è indicata nella sentenza) ,  per  esaltare nel programma le speciali caratteristiche della pasta Aliveris”.

Le puntate sotto accusa sono 3, quelle del 9 gennaio 2012, intitolata “I cibi della salute”, in quella del 23 aprile intitolata “La salute vien mangiando” e in quella del 28 maggio intitolata “Alimentazione. Salute. Benessere. Cibi e salute”. Nel corso del programmi – scrive l’Antitrust e riporta La Pira – “vengono ripetutamente descritte in modo estremamente enfatico tutte le caratteristiche benefiche della pasta, vengono intervistati i professori Carlo Clerici e Kenneth D.R. Setchell direttori scientifici  degli studi e clinici e soci  della stessa società, vengono trasmessi servizi  interamente registrati  presso  lo stabilimento di produzione della pasta Aliveris”. L’Antitrust ha condannato Alessandro Di Pietro al pagamento di una multa pari a 25 mila euro  che, paradosso, dovrà essere sborsata dalla Rai.

Comments are closed.