Saldi, UNC: niente sconti sui diritti

Cartellini poco chiari e il rifiuto di alcuni commercianti di sostituire il prodotto difettoso: è il contenuto di diverse segnalazioni arrivate all’Unione Nazionale Consumatori in occasione dei saldi. L’associazione ricorda che anche con le vendite scontate c’è il diritto alla garanzia post vendita.“A quanto pare molti negozianti continuano a fare orecchie da mercante, fingendo di non sapere che sono proprio loro a dover rispondere del difetto di un prodotto, che sia in saldo o che non lo sia, se questo si manifesta entro due anni dall’acquisto. Ecco perché è fondamentale conservare lo scontrino fiscale – ricorda Massimiliano Dona, segretario generale dell’UNC- facendone anche una fotocopia per evitare che col tempo l’inchiostro sbiadisca e, all’occorrenza, la nostra prova di acquisto diventi un pezzo di carta illeggibile”.

“E per chi continua a esporre cartellini non a norma – conclude Dona – ricordiamo che i negozianti sono obbligati per legge ad indicare il prezzo originario, la percentuale di sconto ed il prezzo scontato, così da fornire un’informazione chiara e trasparente al consumatore”.

Comments are closed.