Shopping online, UNC presenta libro “Aggiungi al carrello”

Il social shopping resiste alla crisi e permette notevoli risparmi: va però gestito con consapevolezza, senza lasciarsi prendere dalla ricerca dell’affare a tutti i costi. “Il meccanismo dei social shopping può essere molto vantaggioso per risparmiare, a condizione però che si acquistino solo beni o servizi di cui abbiamo realmente bisogno senza cedere alle lusinghe dello sconto“: è quanto dichiara Massimiliano Dona, Segretario generale dell’Unione Nazionale Consumatori riferendosi al social shopping, il fenomeno online del momento al quale dedica un capitolo del libro “Aggiungi al carrello. Shopping online: sopravvivere agli inganni e alle dipendenze del web”, scritto insieme a Paola Vinciguerra e che sarà presentato il prossimo 24 ottobre a Roma.

Gli acquisti online – afferma Dona – rappresentano uno dei pochi settori che resiste alla crisi: la motivazione è sicuramente da ricondurre all’idea che su Internet si risparmi, ma anche alla diffusione di tablet e smartphone che hanno reso più facile l’accesso alla Rete. Non dobbiamo dimenticare, però, che il web va gestito con la giusta consapevolezza, senza lasciarsi prendere dalla fretta e dalla voglia dell’affare a tutti i costi. Questo libro, dunque, anche grazie ad alcuni test di autovalutazione spiega come vivere meglio online: si tratta di un manuale di sopravvivenza, utile a ciascuno di noi per scoprire come difendersi da alcuni inganni dell’e-commerce, ma anche dalle dipendenze”.

I gruppi d’acquisto online hanno il vantaggio di garantire risparmi consistenti, talvolta fino al 70% del costo intero del prodotto, ma possono nascondere delle insidie quando ad esempio le offerte arrivano da piccoli operatori che non sono in grado di gestire numerosi clienti: si sviluppano così una sorta di overbooking e un diverso trattamento per chi si presenta con il coupon. “Per avere maggior garanzie – spiega Dona- è buona regola non affidarsi semplicemente al sito del gruppo d’acquisto su cui si sta acquistando, ma chiamare la struttura cui si fa riferimento (ad esempio il centro benessere, il ristorante); anche una ricerca sui forum che raccolgono le recensioni dei clienti può essere utile. È consigliabile, inoltre, leggere le condizioni di utilizzo del coupon prima del click e in caso di problemi contattare subito il servizio clienti”.

Comments are closed.