Sicurezza giocattoli, il nuovo video della Commissione UE per non rovinarsi le vacanze

Si chiama Ce-E ed è un simpatico robot che spiega ai genitori (e non solo a loro) quali sono i giocattoli sicuri da comprare per i bambini. E’ il nuovo video lanciato dalla Commissione Europea, prima di andare in vacanza, nell’ambito della “Campagna Europea sulla Sicurezza Dei Giocattoli”: le norme UE sui giocattoli impongono i requisiti di sicurezza più elevati al mondo, ma bisogna conoscerli per pretendere che vengano rispettati.

I controlli da soli non bastano: è molto meglio che ogni genitore, quando acquista un giocattolo, sappia se  esso rispetta le regole e non metta in pericolo il proprio figlio. Innanzitutto non bisogna mai comprare giocattoli senza il marchio CE che rappresenta l’impegno da parte del produttore al rispetto delle norme UE e garantisce che il prodotto è stato controllato prima di essere immesso sul mercato .

Secondo consiglio: non comprare giocattoli con piccole parti staccabili per bambini sotto i 3 anni di età, poiché il soffocamento è un rischio concreto per i più piccoli che tendono a mettere tutto in bocca. Leggere, inoltre, tutte le avvertenze e le istruzioni.

La Commissione ha lanciato una campagna d’informazione per la sicurezza dei giocattoli rivolta agli operatori economici che intervengono nella produzione e nel marketing dei giocattoli. La campagna, che prevede seminari per sensibilizzare produttori e rivenditori sulle norme di sicurezza dei giocattoli, è partita a gennaio scorso in Romania per poi proseguire in Bulgaria, Francia, Germania, Polonia, Repubblica Ceca, Irlanda e Italia. In questi paesi avviene l’80% della produzione di giocattoli nell’UE. La campagna continuerà nel 2013 per coprire tutti gli Stati membri; è rivolta anche ai produttori cinesi, poiché la maggior parte dei giocattoli che arrivano nei nostri negozi sono importati da lì.

Comments are closed.