Sicurezza prodotti, inaugurato a Bruxelles il Global Recalls Portal

Lo sapevate che qualche giorno fa in Spagna sono state richiamate alcune motociclette Triumph per un difetto al volante, che avrebbe potuto provocate un incidente? E che in Ungheria sono stati ritirati dal mercato alcuni bracciali della marca Bijou Brigitte (made in Cina) perché il cinturino di cuoio conteneva sostanze, come l’azoto, capaci di suscitare reazioni chimiche? Ogni giorno alcuni prodotti vengono ritirati dal mercato perché poco sicuri e oggi, che i consumatori accedono sempre di più ad un mercato globale (online e offline), le informazioni su quali prodotti siano difettosi o pericolosi sono fondamentali. L’Europa è molto attenta all’argomento ed oggi a Bruxelles è stato inaugurato il Global Recalls Portal (portale globale dei richiami), un nuovo portale internazionale che consentirà alle autorità di tutto il mondo di scambiare informazioni sui prodotti non sicuri che sono stati ritirati dal mercato.

Il progetto è stato sviluppato congiuntamente dall’UE e dai paesi dell’OCSE tra cui gli USA, l’Australia e il Canada; è stato inaugurato oggi da Paola Testori Coggi, Direttore generale della Direzione generale “Salute e consumatori” (SANCO) della Commissione europea, da Rintaro Tamaki, Vicesegretario generale dell’OCSE, e da Inez Tenenbaum, Presidente della Commissione USA sulla sicurezza dei prodotti di consumo nel contesto della Settimana internazionale della sicurezza dei prodotti.

Il portale Gobal Recalls promuove la messa in comune di informazioni e contribuisce a proteggere efficacemente i consumatori sul mercato globale: si stima che ci sarà un volume di 3.000 avvisi di richiamo di prodotti all’anno. I consumatori, le imprese e le autorità avranno accesso a un importante bacino di informazioni sui prodotti richiamati, alimentato su base regolare dall’UE (attraverso RAPEX, il Sistema UE di scambio rapido di informazioni sui pericoli connessi con l’uso di prodotti di consumo diversi dai prodotti alimentari), dalle autorità degli USA, del Canada e dell’Australia. Il portale, i cui dati sono in formato consultabile, contribuirà a migliorare la sicurezza dei consumatori in tutto il mondo e ad accrescere la consapevolezza e la fiducia dei consumatori che fanno acquisti su scala globale.

I tre rappresentanti incoraggiano le imprese e i consumatori a utilizzare regolarmente Global Recalls e invitano gli altri paesi del mondo a partecipare al portale in modo da coprire un mercato quanto più grande possibile. Per saperne di più sul Global Recalls Portal potete consultare: globalrecalls.oecd.org/

 

Comments are closed.