Mark Monitor: dai ricambi auto agli occhiali da sole, occhio ai falsi online

AAA vacanza cercasi online. Richieste belle località, budget a basso costo, ricambi auto per partire in sicurezza, abbigliamento estivo, occhiali da sole e cosmetici per il viaggio. Attenzione però: se tutto questo viene sempre più spesso cercato sulla Rete, è proprio online che il consumatore rischia di imbattersi in prodotti contraffatti d’ogni tipo. Acquistando così, senza volerlo, prodotti di scarsa qualità o che rischiano di rappresentare un pericolo per la salute – basti pensare ai cosmetici e ai medicinali – e per la sicurezza (è il caso dei ricambi auto).

“Non fatevi rovinare le vacanze dai prodotti contraffatti”, dice dunque Jerome Sicard, Regional Manager di Mark Monitor, azienda specializzata nella protezione del brand online, che solo qualche giorno fa ha rivelato che il 27% di consumatori è stato ingannato durante l’acquisto online di prodotti quali cosmetici, prodotti per la cura della pelle, integratori e medicinali che si sono rivelati contraffatti.

Le vacanze sono un’ottima occasione per smanettare online alla ricerca di destinazioni low cost, a budget ridotto, e di occasioni last minute. Una ricerca di Mark Monitor sulle abitudini di acquisto online nel settore viaggi ha evidenziato che “il 68% dei consumatori a livello globale prenota attualmente i propri viaggi esclusivamente online, ritenendolo più conveniente. Il 75% dei consumatori inoltre cerca online anche prodotti a prezzi scontati prima di andare in vacanza, inclusi occhiali da sole, vestiti, scarpe, biglietti di eventi, guide e valigie – dice Sicard – Tuttavia, 7 intervistati su 100 si sono ritrovati con prenotazioni non all’altezza delle proprie aspettative, evidenziando una chiara necessità di maggior consapevolezza quando si prenota online”. In quell’ampia percentuale di consumatori che ha cercato online prodotti da comprare per le vacanze, poi, quasi il 10% rivela di aver acquisto un prodotto che si è rivelato falso: in testa abbigliamento e scarpe (33%) e occhiali da sole (28%). E si tratta di un’eventualità non voluta, se è vero che oltre otto consumatori su dieci hanno detto che non avrebbero comprato intenzionalmente prodotti falsi online.

Attenzione poi, perché fra i prodotti contraffatti nei quali ci si può imbattere ci sono creme solari, medicinali e cosmetici (il rischio per la salute è evidente) ma anche ricambi auto. Spiega il manager di Mark Monitor: “È importante prestare attenzione, poiché nessun settore è immune dalla piaga della contraffazione. Infatti, grazie alla collaborazione con Mark Monitor, Nissan negli Stati Uniti ha rimosso più di 31.700 prodotti contraffatti e ha intrapreso azioni contro 125.000 annunci sui marketplace. I ricambi contraffatti vengono distribuiti online tramite i marketplace, o su siti illegittimi che utilizzano testi e immagini rubati per apparire come gli originali. Di conseguenza, i meccanici o i consumatori che riparano i propri veicoli, installano inconsapevolmente questi pezzi che potrebbero causare seri danni quando non funzionano come dovrebbero. Questi possono implicare costi di assistenza e di garanzia più elevati o nuocere ai passeggeri quando i componenti dell’auto, come ad esempio i freni o parti del motore, non funzionano”.

Come difendersi? Controllare che non vi siano errori di battitura nell’URL del sito, che deve sempre iniziare con https; verificare l’affidabilità del sito da cui si acquista (un sito originale riporta una chiara informativa sulla privacy, le opzioni di reso o la possibilità di annullare la prenotazione); controllare che quando si effettua il pagamento sia presente il simbolo del lucchetto nella barra degli indirizzi; evitare di effettuare prenotazioni o acquisti da messaggi email sospetti o pubblicizzati su siti e pagine di social network quando non si ha la certezza che siano autentici.

Un commento a “Mark Monitor: dai ricambi auto agli occhiali da sole, occhio ai falsi online”

  1. Dino Sergiano ha detto:

    Eppure basterebbe così poco. La soluzione Validactor – totalmente italiana – costa praticamente nulla e risolve definitivamente il problema della contraffazione. Basterebbe utilizzarla, e per i piccoli produttori è anche totalmente GRATUITA