Vendite online, Antitrust apre nuovo procedimento su crazystorebay

Vendite online con informazioni non veritiere sulla disponibilità dei prodotti e sui tempi di consegna e con l’opposizione di ostacoli continui all’esercizio dei diritti contrattuali dei consumatori: l’Antitrust continua l’attività di contrasto a tali pratiche. L’Autorità ha infatti deciso di aprire un procedimento nei confronti del sito www.crazystorebay.com, e della società 3DR Società Cooperativa, subentrata alla gestione del sito, attivi nella vendita con contratti online di vari  prodotti.

Due le pratiche contestate: una è la diffusione di informazioni non veritiere in merito alla disponibilità e ai tempi di consegna dei prodotti offerti in vendita, l’omissione di informazioni rilevanti in ordine all’effettiva capacità di fornire tali prodotti e la mancata consegna dei prodotti ordinati e regolarmente pagati al momento dell’ordine da parte dei consumatori. L’altra pratica oggetto di procedimento è l’opposizione di ostacoli di vario genere all’esercizio dei diritti contrattuali da parte dei consumatori, sostanziatisi nella mancata risposta alle e-mail o alle telefonate di consumatori che chiedevano informazioni e spiegazioni in merito alle mancate consegne nei tempi previsti di prodotti ordinati e regolarmente pagati all’atto dell’ordine; nelle indicazioni false e fuorvianti fornite dal professionista agli acquirenti circa i motivi della mancata consegna dei prodotti nei tempi previsti e circa l’avvenuta o l’imminente spedizione dei prodotti stessi; nel mancato riconoscimento del rimborso del prezzo ai consumatori che non hanno ricevuto i prodotti o hanno esercitato il diritto di recesso. L’Antitrust ha accertato la non ottemperanza del sito a un precedente provvedimento sanzionatorio.

Comments are closed.