Al via collaborazione Edenred e Banco Alimentare contro lo spreco di cibo

Contro lo spreco di cibo arriva una partnership fra Edenred e Banco Alimentare per promuovere il recupero delle eccedenze alimentari: con il progetto Siticibo sarà infatti possibile recuperare il cibo già cucinato e non consumato e consegnarlo in poche ore a diversi enti benefici. Contro l’emergenza alimentare,  gli oltre 120.000 partner commerciali affiliati al network Ticket Restaurant di Edenred potranno donare le loro eccedenze alimentari a enti benefici grazie al programma Siticibo, una collaborazione tra Edenred e Banco Alimentare Onlus.

Si legge in una nota: “Il programma Siticibo è nato a Milano nel 2003, in applicazione della “Legge del Buon Samaritano” che ha lo scopo di recuperare il cibo nella ristorazione organizzata. L’iniziativa permette di recuperare il cibo già cucinato e non consumato e di consegnarlo in poche ore a diversi enti benefici, laddove il bisogno è più urgente, grazie al lavoro di volontari. Già nel 2012 il progetto ha raggiunto risultati considerevoli arrivando a recuperare e poi distribuire 295 tonnellate di pane e frutta ed un totale di 659.817 piatti pronti, ossia cibo cotto”.

“Edenred in Italia è il principale crocevia tra domanda ed offerta in pausa pranzo: oltre 120.000 affiliati e 1,2 milioni di persone che pranzano, ogni giorno, con i nostri Ticket Restaurant®. Riteniamo doveroso agire da cassa di risonanza affinché il fenomeno dello spreco di cibo, se non eliminato, possa diventare una risorsa. Per questo motivo ci siamo rivolti a Banco Alimentare, mettendo a loro completa disposizione tutti i nostri canali di comunicazione per promuovere il programma Siticibo da un lato, e la raccolta di fondi a favore di Fondazione Banco Alimentare Onlus dall’altro – ha dichiarato Sabrina Citterio, Responsabile Corporate Social Responsibility di Edenred Italia – La nostra attività di Responsabilità Sociale d’Impresa è incentrata proprio sul tema della sana alimentazione e della sostenibilità a essa legata”.

“Siamo lieti – afferma Paolo Cattini, Responsabile Comuncazione e Raccolta Fondi di Fondazione Banco Alimentare Onlus – che Edenred dimostri grande sensibilità verso l’attività di recupero quotidiano delle eccedenze alimentari operata dalla Rete Banco Alimentare in particolare presso la ristorazione organizzata; il programma “Siticibo” resta il “fiore all’occhiello” della nostra attività ‘anti-spreco’ quotidiana, che nel 2013 ci ha permesso di recuperare globalmente da tutta la filiera agroalimentare 71.500.000 kg di alimenti e di ridistribuirli a chi aiuta 1.800.000 poveri in Italia, alimenti che se non salvati sarebbero stati inevitabilmente gettati via”.

Comments are closed.