Alimentazione: parte campagna UNC sull’uso corretto degli integratori

Fino a qualche anno fa non li usava nessuno. Ultimamente sembra che non se ne possa fare a meno. Le persone anziane, bambini, chi fa sport, le donne in gravidanza o in menopausa…a ciascuno il suo integratore alimentare. C’è molta confusione nell’informazione, parecchie fake news che circolano sui social, grandi campagne pubblicitarie per spingere ad un uso intenso. C’è bisogno quindi di una informazione obiettiva, completa e mirata alle necessità di ogni utente.

Con questo obiettivo parte oggi la campagna nazionale di comunicazione “La sfida dell’informazione corretta nell’era digitale” promossa dall’Unione Nazionale Consumatori con il supporto di Integratori Italia – UIF, nata proprio per “rispondere con contenuti affidabili e corretti al proliferare di informazioni parziali o del tutto “fake” sul tema degli integratori alimentari”.

La collaborazione tra UNC e Integratori Italia è nata l’anno scorso con la campagna sull’uso corretto degli integratori, mentre l’associazione aveva già dal 2013 realizzato una APP Integratori Alimentari, a tutt’oggi scaricabile sia dal sito di UNC che dai principali APP store.

“Il web ha reso più facile l’accesso alle informazioni, ma ciò, purtroppo, non si traduce in più qualità, anzi si moltiplicano le fonti e chiunque semplicemente con un telefonino può, grazie ai social, elargire consigli anche su temi delicati come la salute, arrivando ad un pubblico di milioni di follower spesso giovanissimi-afferma Massimiliano Dona, Presidente dell’Unione Nazionale Consumatori – Per questo UNC accetta la sfida della corretta informazione nell’era digitale per fornire ai consumatori gli strumenti per riconoscere le fake news (soprattutto nel settore della salute) e scegliere in modo consapevole, consigliando di rivolgersi a professionisti e acquistare su canali affidabili.”

“Integratori Italia da anni è fortemente impegnata a promuovere la conoscenza e il corretto utilizzo degli integratori, elevare la qualità dei prodotti e favorire lo sviluppo di questo in Italia. – dichiara Anna Paonessa, Responsabile di Integratori Italia – Per dare applicazione alla nostra missione abbiamo adottato un Codice deontologico al quale le aziende devono aderire per poter far parte dell’associazione.”

Comments are closed.