Basf dice no alle patate ogm

La Basf ha preso atto dell’ampio rifiuto mostrato dai cittadini nei confronti dell’adozione dell’ingegneria genetica in campo agricolo ed ha, per questo motivo, rinunciato alla produzione di nuove varietà di patate Ogm in Europa. A rilanciare la notizia la Coldiretti che sottolinea “si prende finalmente atto che gli Ogm spingono verso un modello di sviluppo omologante che non si adatta all’agroalimentare che in Europa è vincente solo se punta sulla distintività”. Il gruppo chimico tedesco aveva, già,  interamente trasferito negli Stati Uniti la divisione Plant Science, ritenendo che sul territorio americano è più conveniente investire in prodotti transgenici rispetto al mercato europeo.

Comments are closed.