7 ottobre, la domenica è bio!

“Dal 2008 la richiesta di prodotti bio ha viaggiato a un ritmo di quasi l’8% di media annua: i consumatori cercano sicurezza a partire da quello che mangiano, preoccupandosi dell’origine, della modalità di produzione e  della vicinanza al territorio. Tutte caratteristiche viste come garanzia di maggior salute e benessere, ma anche come rispetto dell’ambiente e delle economie locali”. Così Aiab, Coldiretti e Legambiente, che il 7 ottobre 2012 in diverse piazze d’Italia organizzano la XXIII edizione della Biodomenica, la giornata dedicata all’agricoltura biologica.  In effetti, quello del bio è un settore che non conosce crisi: a confermarlo sono anche gli ultimi dati elaborati da Ismea secondo i quali nel primo semestre 2012 la spesa è aumentata di oltre 6%, con un giro d’affari di circa 3 miliardi di euro che mette l’Italia al quarto posto in Europa, dopo  Germania, Francia e Regno Unito e al sesto nel mondo. I motivi che stanno alla base di un tale successo sono l’alta qualità dei prodotti bio e l’esplosione dei canali di vendita alternativi, ossia la vendita diretta, i gruppi di acquisto, gli spacci aziendali, i mercatini del bio e la ristorazione collettiva. Anche l’e-commerce, pur non rappresentando un canale rilevante in termini di quantità di vendita, registra comunque una crescita di offerte on line. Dal 2007 a oggi i siti che in Italia si occupano di vendita prodotti biologici sono passati, infatti, da 106 a 167 con una progressione del 57,5%, in particolare in Lombardia, Puglia, Emilia Romagna, Lazio e Sicilia che occupano i primi cinque posti della classifica regionale.

Domenica prossima in tante piazze italiane il bio si metterà in mostra: per conoscere tutte le iniziative e gli appuntamenti della Biodomenica 2012 basta andare su www.biodomenica.it o su http://www.aiab.it

Comments are closed.