Bio, da lunedì nuove regole. Più tracciabilità per le materie prime

Entrano in vigore lunedì 17 le disposizioni previste dal ministero per le Politiche agricole e dall’Agenzia delle Dogane che prevedono l’obbligo di tracciare specificatamente le più importanti materie prime d’importazione biologiche (olio d’oliva, frumento, riso, granturco, grano saraceno, soia, olio di girasole etc). A darne notizia la Confagricoltura che sottolinea che “si tratta di una norma attesa, che l’Organizzazione aveva richiesto da tempo a difesa degli imprenditori agricoli e dei consumatori. I più importanti scandali del falso bio degli ultimi tempi sono stati causati proprio dalle carenze di tracciabilità delle importazioni di materie prime e mangimi biologici”. 

“L’obbligo di indicare con un codice addizionale doganale specifico le importazioni biologiche semplificherà i controlli – conclude Confagricoltura – diminuirà il rischio d’importazione di falso bio e tutelerà tutto il settore biologico italiano in maniera più efficace”.

Comments are closed.