Biologico, il 6 ottobre in piazza per festeggiare la BioDomenica

Mentre i consumi alimentari calano del 3,7%,  il biologico cresce dell’8,8% solo nel primo semestre del 2013. Domenica 6 ottobre, nelle principali piazze di Italia, si festeggia la XIV edizione di BioDomenica, la campagna nazionale di promozione e informazione sul biologico firmata Coldiretti, AIAB, e Legambiente. Realizzata con il patrocinio di Ministero per le Politiche Agricole Alimentari e Forestali e Ministero dell’Ambiente, nell’ambito del progetto “Mind the Cap – il biologico per un futuro sostenibile” la BioDomenica è un appuntamento ormai storico dedicato  ai prodotti dell’agricoltura biologica buoni, sicuri, di qualità, locali e sostenibili.

Tre i temi al centro dell’edizione 2013 della Biodomenica: l’agricoltura biologica come motore vincente della green economy, come metodo di produzione agricolo a minor impatto ambientale, capace di dare nuove prospettive di lavoro ai giovani.  Si contano ormai oltre 49,7 mila operatori impegnati nella produzione biologica; il mercato del biologico italiano vale  3,1 miliardi di euro, facendo dell’Italia una delle protagoniste del settore a livello mondiale ed in particolare europeo (al 4° posto, dopo Germania, Francia e Regno Unito).

Il biologico scenderà nelle piazze domenica 6 ottobre anche per dire un secco NO agli OGM, portando le sue eccellenze, con le degustazioni enogastronomiche, incontri, dibattiti, mostre, convegni, workshop e tanto altro ancora. Vetrina nazionale della Biodomenica 2013 sarà piazza Dante a Napoli a partire dalle ore 9,00 dove interverrà anche il gruppo folk de  “I Bottari” che eseguirà brani popolari utilizzando botti, tini e falci la cui percussione crea un suono particolare chiamato Pastellessa. Ma saranno tante le città coinvolte come Torino, Bari, Campobasso.

Comments are closed.