Cheese-kit, Coldiretti: fermare questo inganno

Le confezioni di “cheese kit” acquistate da Coldiretti permettono di ottenere una “mozzarella” in trenta minuti. L’ultima notizia relativa alla scoperta, da parte dei Nac, di kit per la produzione di falso formaggio made in Italy desta l’attenzione e l’allarme di Coldiretti, che commenta: “La vendita in tutto il mondo di kit miracolosi che promettono di falsificare i più prestigiosi formaggi italiani è un inganno intollerabile e uno scandaloso scempio che deve essere fermato al più presto per il danno economico e soprattutto di immagine che mette a rischio la credibilità conquistata di prodotti divenuti simbolo del Made in Italy di qualità, grazie al lavoro di intere generazioni di allevatori e casari impegnati a rispettare rigorosi disciplinari”.

Coldiretti ha acquistato alcune confezioni prodotte in Usa, Australia e Gran Bretagna, che promettono di ottenere una mozzarella in appena 30 minuti e gli altri formaggi italiani in appena due mesi. Il kit contiene recipienti, colini, garze, termometri, piccole presse, polveri, e garantisce di ottenere prodotti caseari ben identificati che sono una chiara contraffazione dei più celebri formaggi, dal Parmigiano Reggiano al Pecorino Romano, dalla Mozzarella alla Ricotta. Ad esempio il kit acquistato dall’ Australia al prezzo di 81 dollari australiani, pari a circa 57 euro, consente – informa la Coldiretti – di preparare Parmigiano o Romano con piccole variazioni nella miscelazione degli ingredienti.

La Coldiretti chiede un intervento immediato delle autorità nazionali e comunitarie per evitare che si ripeta il fenomeno dei wine kit a danno dei vini più conosciuti, che ha raggiunto una dimensione inquietante nel mondo e nell’Unione Europea dove si stima che almeno venti milioni di bottiglie di pseudo vino all’anno vengano preparati con semplici polveri che promettono di ottenere in pochi giorni vini dalle etichette più prestigiose.

Comments are closed.