Contraffazione, Tajani a Roma per lanciare campagna europea

A ridosso delle feste e dello shopping natalizio, la Commissione Europea si mobilita contro la contraffazione. Giovedì, 20 dicembre, il Vicepresidente della Commissione europea, Antonio Tajani, sarà a Roma per presentare la campagna europea contro la contraffazione, promossa dalla Commissione, in collaborazione con la Guardia di Finanza e l’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli.

Oltre a sensibilizzare i consumatori sui pericoli legati alla contraffazione (in particolare in questo periodo di regali, rivolti soprattutto ai bambini), la campagna intende promuovere una più stretta collaborazione tra la Commissione europea, le autorità nazionali e le associazioni di categoria nella lotta a un fenomeno che mette a rischio la sicurezza e la salute dei cittadini e danneggia l’economia.

Quando si acquista un prodotto contraffatto, da quelli alimentari ai giocattoli, dagli articoli per l’igiene all’abbigliamento, si mette a repentaglio l’incolumità propria e degli altri e “si dà una mano” a tutte quelle attività illegali che mettono in crisi l’impresa onesta e di qualità. Secondo dati recenti, nel mondo sono già in circolazione beni contraffatti per 600 miliardi di dollari. E si stima che questo dato raddoppierà nel 2015.

I settori più colpiti sono quelli di farmaci, alimenti, bevande, componentistica auto, cosmetici, articoli di moda, musica, giocattoli. In Europa il problema è divenuto sistemico e costituisce uno dei principali handicap alla crescita e all’occupazione. Il mercato interno europeo continua a essere vulnerabile al fenomeno della contraffazione. I falsari approfittano di sistemi di tutela diversi, non armonizzate tra un Paese e l’altro dell’Ue, e non sempre egualmente efficaci. Secondo i dati 2011 delle dogane UE il fenomeno è in aumento con un più 15% dei casi di contraffazione, un incremento dell’11% delle confische e del 14% del valore al dettaglio degli articoli contraffatti.

Le autorità nazionali svolgono un ruolo essenziale per impedire l’entrata nell’UE di beni contraffatti. La Commissione europea le sta affiancando con una serie di azioni per rafforzare la loro capacità di contrastare tale traffico.

Comments are closed.