Efsa, nuovo Direttore scientifico. E scoppiano le polemiche

L’Autorità europea per la sicurezza alimentare cambia Direttore scientifico ed è subito polemica sul profilo individuato, considerato troppo vicino al mondo delle multinazionali. L’Efsa ha promosso a Direttore Scientifico Juliane Kleiner ma la nomina non è piaciuta al Pesticide Action Network (PAN) Europe, che ne denuncia la vicinanza al mondo dell’industria. La posizione critica del PAN Europe viene rilanciata da Legambiente.

Commenta infatti il presidente nazionale di Legambiente Vittorio Cogliati Dezza: “La nomina della Kleiner, che in passato ha sostenuto posizioni favorevoli agli interessi delle multinazionali, come nel caso delle soglie di tolleranza per gli agenti cancerogeni genotossici o per le sostanze chimiche in ambito tossicologico,  a direttore scientifico dell’Authority per la sicurezza alimentare, ci sembra francamente inopportuna. Continuiamo a pensare, infatti, che l’Efsa debba essere un organismo indipendente a tutela della sicurezza dei cittadini mentre, fino ad oggi, tutte le scelte di questo organismo sono state a favore delle multinazionali e mai realmente a favore degli interessi dei consumatori europei. Il nuovo direttore scientifico, dunque, avrebbe potuto rappresentare finalmente il cambio di passo in questo senso. Per questo sosteniamo la denuncia del Pesticide Action Network (PAN) Europe che chiede un ruolo dell’Efsa privo di conflitti di interessi a genuina tutela della salute pubblica”.

Un commento a “Efsa, nuovo Direttore scientifico. E scoppiano le polemiche”

  1. costante ha detto:

    Non è vero, Catherine Laneelle ha mostrato perfetta imparzialità in ogni occasione, ha sempre prediletto decisioni prese su basi reali e scientificamente provate e non si è fatta trascinare mai né da interessi di parte e nemmeno da posizioni ideologiche fuorvianti ed inapplicabili di “residuo zero”. Questa è la strada che dovrà continuare a seguire il nuovo direttore scientifico