Latte e derivati, in etichetta il Paese d’origine della materia prima

Svolta per le etichette dei prodotti lattiero-caseari: il decreto presentato oggi dal Ministro Martina e già firmato dal Premier Renzi prevede per latte e derivati l’obbligo in etichetta dell’indicazione d’origine della materia prima: nello specifico verrà indicato il Paese di mungitura, il Paese di confezionamento e quello di trasformazione. L’Adoc accoglie favorevolmente la proposta chiedendo di inserire anche una bandiera del Paese, per meglio tutelare i cittadini. 

Dai nuovi obblighi, annunciati oggi dal Ministro per le Politiche Agricole Alimentari e Forestali Maurizio Martina all’incontro organizzato a Milano da Coldiretti per il World Milk Day, sono esclusi solo i prodotti Dop e Igp che hanno già disciplinari relativi anche all’origine e il latte fresco già tracciato.

“La tutela dei consumatori e dei prodotti Made in Italy passa necessariamente per l’obbligo di indicazione del Paese d’origine in etichetta. Il nostro plauso al Governo per essersi mosso in questa direzione, accogliendo le richieste di consumatori e produttori agricoli – dichiara Roberto Tascini, Presidente dell’Adoc – Il settore lattiero-caseario, in particolare, sta vivendo un momento drammatico anche a causa di un’etichettatura incompleta e poco chiara. In questo senso crediamo che, per una migliore tutela del consumatore e dei produttori, sia necessario, oltre ad estendere l’obbligo di indicazione del Paese d’origine a tutti i settori di produzione agroalimentari, arricchire ulteriormente la proposta lanciata dal Governo all’Unione Europea, prevedendo anche l’inserimento obbligatorio in etichetta della bandiera del Paese d’origine”.

“I consumatori sono frequentemente fuorviati e disorientati in merito a questa indicazione, mentre la presenza di una bandiera rappresenterebbe una indicazione certa, di facile e immediata comprensione. Tutelerebbe il consumatore ma anche il produttore locale e il sistema del Made in Italy, aumentando il livello di trasparenza e sicurezza dei prodotti, favorendo lo sviluppo economico e sociale del Paese. Per questo abbiamo lanciato una petizione, su change.org, affinché venga obbligatoriamente inserita in etichetta il pittogramma della bandiera del Paese d’origine. Per una migliore è completa tutela di tutti i consumatori europei e di tutti i produttori che ogni giorno profondono i loro sforzi per offrire ai cittadini alimenti di elevata qualità e con il massimo delle garanzie di salute”.

Comments are closed.