Mercurio in pesce spada congelato e aflatossine in latte crudo: ritirati grazie al Rasff

Mercurio in eccesso nei filetti di pesce spada congelato importati dal Portogallo e aflatossine in latte crudo proveniente dall’Ungheria. I due prodotti sono stati ritirati dal mercato grazie alle notifiche diffuse dal Sistema Rapido di allerta europea per gli alimenti (Rasff). A darne notizia è ilfattoalimentare.it: 50 in tutto le segnalazioni di questa settimana, di cui 9 inviate dal Ministero della salute italiano.

Nella lista dei lotti respinti alle frontiere e/o delle informative sui prodotti diffusi che non implicano un intervento urgente troviamo: uso non autorizzato di perossido di idrogeno per la decontaminazione di seppie refrigerate (Sepia officinalis) dalla Tunisia; eccesso di aflatossine in arachidi con guscio cinesi; Listeria monocytogenes in salmone affumicato refrigerato dalla Francia; eccesso di mercurio in filetti congelati di Marlin del Pacifico (Makaira indica) dal Vietnam; migrazione di cromo da coltelli in acciaio inossidabile cinesi; mercurio in filetti di pesce spada (Xiphias gladius) confezionati sotto vuoto provenienti dalla Spagna; presenza di Salmonella spp. in farina di soia dall’Argentina destinata a mangimi. Questa settimana non c’è stata alcuna segnalazione di esportazioni italiane in altri Paesi e ritirate dal mercato.

Comments are closed.