Milano, Nas: sequestrate 21 tonnellate di cibo dell’Estremo Oriente

21 tonnellate di cibo proveniente dall’Estremo Oriente, privo di etichette e documentazione utile per la tracciabilità e destinato ai ristoranti etnici del milanese in occasione delle feste di Natale: è il bilancio dell’ultima operazione dei Carabinieri del Nas di Milano, che hanno fatto una serie di controlli per individuare e contrastare illecite transazioni di alimenti potenzialmente pericolosi per la salute pubblica destinati alla ristorazione in occasione delle festività natalizie. La merce sequestrata era priva dei documenti che servono a controllare qualità e scadenza.

I controlli hanno portato al sequestro di 21 tonnellate di alimenti di origine animale provenienti dall’estremo oriente e importati illegalmente nel territorio nazionale, in violazione dei dettami imposti dalla Comunità Europea che ne dispone il divieto assoluto di introduzione nei territori degli Stati Membri. Le derrate alimentari, spiegano i Nas, erano stipate in un Tir proveniente dalla Grecia che, sbarcato nel porto di Brindisi, aveva raggiunto un capannone di una ditta di import-export extra UE, situata nella zona industriale a nord ovest di Milano. I prodotti erano già pronti per essere distribuiti ai numerosi ristoranti etnici di Milano e delle province lombarde. Gli alimenti sottoposti a sequestro penale hanno un valore di oltre 200 mila euro ed erano privi di qualsiasi documentazione utile ad individuarne la provenienza e la tracciabilità: non si poteva dunque comprendere o controllare né la scadenza né la qualità.

Comments are closed.