Ogm, Tar Lazio posticipa decisione. I commenti

Il Tar del Lazio ha rinviato la sentenza sul ricorso presentato contro il decreto interministeriale che proibisce la semina di mais Mon810. Lo rende noto in un comunicato la Coldiretti nel sottolineare che il Tar del Lazio si e’ riservato di decidere entrando nel merito probabilmente nelle prossime settimane. ”Esprimiamo fiducia per il buon esito finale del procedimento – ha affermato il presidente della Coldiretti, Roberto Moncalvo, nel sottolineare che in ogni caso – ”il rinvio della decisione conferma il divieto di coltivazione e allontana il rischio di contaminazioni illegali”. ”A questo punto i ministeri Competenti e le Regioni devono cogliere il tempo disponibile per una soluzione definitiva che – conclude Moncalvo – mantenga l’Italia libera da Ogm, come chiede la stragrande maggioranza dei cittadini”.

“In attesa del pronunciamento, che ci auguriamo salvaguardi la qualità e la tipicità delle produzioni italiane, il Governo è ora chiamato ad intervenire prontamente, disponendo misure stringenti e definendo severe sanzioni nei confronti di chi intenderà violare il divieto” commentano Federconsumatori e Adusbef mentre per Legambiente il rinvio è dettato “dalla delicatezza della questione”. “L’attenzione è alta e tutti ne sono consapevoli. Da parte nostra continueremo a vigilare per intervenire in caso di una sentenza pro Ogm, con la mobilitazione dei cittadini che in Italia sono a grande maggioranza contrari agli Ogm. Nel frattempo, chiediamo al Governo di prevedere provvedimenti urgenti che impediscano da subito nuovi tentativi di semine Ogm sul territorio per garantire il rispetto dell’agricoltura italiana di qualità” ha commentato il presidente di Legambiente Vittorio Cogliati Dezza.

Comments are closed.