Parlamento Ue, eurodeputato Zanoni: “Etichette esaustive per tutte le carni”

“Il consumatore deve poter leggere in etichetta dove è nato ed allevato un animale”. Con queste parole Andrea  Zanoni, eurodeputato Pd, ha annunciato che il Parlamento europeo ha approvato (con 368 voti favorevoli, 207 contrari e 20 astenuti) la risoluzione relativa al Regolamento 1169/2011 che riguarda l’indicazione del Paese di origine delle carni fresche, refrigerate o congelate di suini, ovini, caprini e volatili, risoluzione che chiede alla Commissione europea di prevedere l’obbligo di indicazione in etichetta del luogo di origine insieme a quello di allevamento e macellazione di queste tipologie di animali così come avviene per i bovini.

Ha detto l’eurodeputato Pd Andrea Zanoni, vice presidente dell’Intergruppo per il Benessere e la Conservazione degli Animali al Parlamento europeo: “Nonostante le lobby degli allevatori, che hanno sventolato lo spauracchio di spese insostenibili e lungaggini burocratiche, abbiamo approvato un’obiezione formale che chiede alla Commissione europea etichette esaustive per tutti i prodotti di carne e non solo per quelle bovine come succede oggi. Il consumatore deve poter scegliere quali carni acquistare qualora voglia privilegiare un allevamento a km zero sia per un motivo ambientale, meno emissioni di CO2 per i trasporti, che di benessere animale visto che questi trasporti spesso si traducono in un autentico calvario per migliaia di animali”. L’eurodeputato sottolinea che la tracciabilità di un prodotto rappresenta “l’unica garanzia contro le frodi e a favore di una maggiore sicurezza alimentare”.

Comments are closed.