Natale MDC: dal pesce ai dolci, i consigli per gli acquisti al banco e online

Tra pochi giorni milioni di famiglie si ritroveranno a tavola per i cenoni natalizi, tra piatti della tradizione e specialità moderne e innovative con un occhio sempre puntato a monitorare il portafoglio. Il Movimento Difesa del Cittadino ha messo a punto alcuni consigli pratici per acquistare prodotti genuini e di qualità che rispettano le principali regole per garantire la sicurezza e qualità alimentare. Partiamo dunque dalla cena della notte di Natale dove il prodotto “principe” è senza dubbio il pesce. È bene prestare attenzione quando si va ad acquistare i prodotti ittici perché l’aumento della domanda porta con sé anche una crescita delle possibilità di incappare in frodi. “Secondo un’indagine di MDC, solo 3 banchi su dieci nei mercati rionali sono in regola in materia di etichettatura. In particolare, l’origine è indicata nel 73% dei casi, una percentuale ancora troppo bassa per una norma sulla provenienza in vigore dal 2002”, afferma Silvia Biasotto, responsabile sicurezza alimentare di MDC.

nataleL’Associazione ricorda che l’etichetta è la carta d’identità degli alimenti che consente di effettuare una spesa davvero consapevole per la sicurezza alimentare della famiglia. Quella del pesce fresco deve contenere queste indicazioni: prezzo, denominazione commerciale della specie, metodo di produzione (pescato o allevato), zona di cattura (per il pescato e il Paese di provenienza per l’allevato) e categoria degli attrezzi di pesca. Va sottolineato però che la crisi di quest’anno si è fatta sentire e, secondo il presidente nazionale del Movimento Difesa del Cittadino, Francesco Luongo, “a tavola ci sarà meno pesce in quanto i costi continuano a lievitare e si preferiranno cibi tradizionali della cucina italiana“.

Leggere con attenzione l’etichetta è importante anche per tutti i prodotti confezionati (tra cui panettoni e pandori). Proprio da qualche giorno infatti la direttiva europea ha reso obbligatoria l’etichettatura nutrizionale che deve comprendere le seguenti indicazioni: valore energetico, quantità di grassi, acidi grassi saturi, i carboidrati, di cui gli zuccheri, le proteine e il sale, espressi per 100 grammi o 100 millilitri di prodotto, e facoltativamente anche per porzione.

Oltre ai consigli sui prodotti comprati al mercato o presso la GdO, è importante tenere a mente alcune indicazioni anche quando si acquista cibo attraverso Internet. Il comparto dell’e-commerce sembra essere “l’unica forma di commercio in crescita nel 2016”, afferma Luongo, “anche se bisogna stare molto attenti alle truffe”.

Comments are closed.